hai aggiunto

  in ordine
Totale Prodotti:
Totale Prodotti MUTUABILI:

Spedizione Gratuita da €60,00

Alitosi

  1. Cos’è l’Alitosi
  2. Come si Manifesta l’Alitosi
  3. Quali Sono i Rimedi per l'Alitosi
  4. Come Prevenire l’Alitosi
  5. Quando Rivolgersi al Medico

Cos’è l'Alitosi

L'alitosi, disturbo più comunemente conosciuto come “alito cattivo”, colpisce un numero di persone assai ampio. Questo problema è estremamente fastidioso, specie sotto il profilo dei rapporti sociali.

In alcuni casi è occasionale, e può dipendere dai cibi ingeriti o da passeggeri problemi gastro-intestinali, in altri casi, invece, trattasi di una problematica che interessa gli individui in maniera permanente.

La saliva è una componente necessaria del nostro cavo orale, indispensabile per inumidire la bocca, neutralizzare gli acidi prodotti dalla placca. Essa lava via le cellule morte che si accumulano sulla lingua, sulle gengive e sulle guance.

Se queste cellule, tuttavia, non vengono rimosse completamente, si decompongono e possono causare l'alitosi. In genere, il problema dell’alito cattivo deriva da cattive abitudini di salute dentale, in altri casi, invece, può essere sintomatico della presenza di problemi di salute.

Come si Manifesta l’Alitosi

L’ alitosi è molto spesso associata a secchezza delle fauci.

L’alitosi si manifesta con cattivo odore, che può essere più o meno marcato. Alcune persone si preoccupano troppo del loro respiro, anche se hanno poco o nessun odore di bocca, mentre altre sono colpite da alitosi e neppure lo sanno.

Visto che è difficile valutare l’eventuale presenza del problema, dal momento che si manifesta all’esterno, è preferibile chiedere ad un amico o parente stretto di confermare la possibile presenza di alito maleodorante.

Quali Sono i Rimedi per l’Alitosi

Tra i rimedi più efficaci vi è un prodotto di facilissimo utilizzo: il pulisci-lingua, un piccolo strumento che permette di pulire bene la lingua eliminando batteri che si depositano sula nostra lingua specie dopo i pasti. L'alitosi può infatti dipendere anche da un’alimentazione non genuina o da determinati cibi che, non ben tollerati dall’organismo, fermentano provocando cattivo odore.

Aiuta un collutorio concepito appositamente per il trattamento dell’alitosi.

La scelta del collutorio deve essere ponderata meticolosamente: un buon prodotto deve essere, infatti, in grado di neutralizzare le sostanze andando ad intervenire direttamente sul processo che causa l’alito cattivo, grazie al legame chimico che ha luogo con i tessuti della cavità orale.

Come Prevenire l’Alitosi

L'alitosi può essere ridotta praticando una buona igiene orale.

A questo scopo, è bene seguire questi accorgimenti:

  • Spazzolare i denti dopo i pasti con specifico dentifricio al fluoro per rimuovere i residui di cibo e placca;
  • Sostituire lo spazzolino ogni mese;
  • Usare il filo interdentale per rimuovere le particelle di cibo e la placca tra i denti almeno una volta al giorno;
  • Effettuare con regolarità visite dall’igenista per rimuovere il tartaro.

Quando Rivolgersi al Medico

Alito cattivo persistente o un cattivo gusto in bocca possono essere sintomatici di una malattia gengivale (periodontale).

Se la malattia gengivale non viene curata, può danneggiare le gengive fino ad intaccare le radici dei denti.

L’alitosi può dipendere:

  • da infezioni della bocca e carie dentali (cavità)
  • da reflusso persistente
  • da cure oncologiche
  • da diete severe